339 5495920

Moncone angolato Mua 17°. Serie visio ONE.

Moncone angolato Mua 17°. Serie visio ONE.

90,00

Moncone angolato Mua 17°. Serie visio ONE.

La linea protesica Mua (sia della serie visio ONE che della serie visio H2O) è stata progettata per semplificare la realizzazione di protesi totali avvitate attraverso il carico immediato, parallelizzando impianti con divergenze significative.

 

33 disponibili

COD: 80240005 Categoria:

Descrizione

Moncone angolato Mua 17°. Serie visio ONE.

La linea protesica Mua (sia della serie visio ONE che della serie visio H2O) è stata progettata per semplificare la realizzazione di protesi totali avvitate attraverso il carico immediato, parallelizzando impianti con divergenze significative.

Le parti protesiche Mua sono disponibili anche con varie angolazioni ( 0°-17°-30°) permettendo la protesizzazione di impianti con assi protesici disparalleli, situazione generalmente presente nella regione distale, nel contesto di progetti protesici complessi quali sono i trattamenti di pazienti totalmente edentuli.

PROCEDURA DI PRESA D’IMPRONTA CON TRANSFER DI PRECISIONE MUA

SI DEVE AVERE:

1- Transfert di precisione Mua cod: 80210007 e Analogo Mua cod: 80220005

 

 

INDICAZIONI ED USO

Impronte con edentulia singola, parziale o totale. In tutta l’arcata

  1. Posizionare il transfer di precisione nell’impianto (o Mua). Assicurandosi che la brugola interna sia correttamente ingaggiata, avvitare il moncone sull’impianto senza imprimere troppa forza. 2. Preparare un porta impronte standard o personalizzato. Assicurarsi che la vite passi per il foro del porta impronte senza interferenze.
  2. Iniettare il materiale da impronta elastomerico attorno al transfer di precisione e riempire il cucchiaio. Posizionare il porta impronte in bocca e assicurarsi che la vite passi per il foro del cucchiaio.
  3. Quando il materiale si è consolidato, rimuovere il cucchiaio e svitare la vite. Assicurarsi che la vite sia completamente svitata dall’impianto prima di rimuovere l’impronta. Controllare che l’impronta dell’impianto sia leggibile e il transfer di precisione sia stabile.